Video - Il mio nome è...

14/10/18

Onore, rispetto e ... distacco

«Gesù salì a Cana». Le rivelazioni non avvengono in pianura, cioè nella piatta assuefazione, né presso la riva del mare – che per gli Ebrei è simbolo del male –, ma in montagna. Sul monte Dio consegna la Legge, sul monte parla a Mosè, sul monte Cristo proclama le Beatitudini.

continua

30/09/18

«È tuo fratello» (Lc 15,11-32)

Se nel rapporto tra fratelli di sangue non interviene Dio, dopo uno sbaglio, un malinteso, uno scontro è difficile la riconciliazione. Ce lo insegna l’Antico Testamento, a cominciare dai primi due figli dell’uomo, Caino e Abele. Consumato dall’invidia, Caino uccide il fratello. Ne prova rimorso e teme il castigo di Dio. Ma Questi, contrariamente alle aspettative umane, si preoccupa di proteggere Caino, pronto a difenderlo contro i fautori della pena di morte.

continua

16/09/18

Parola che brucia (Lc 12,49-53)

Provocazioni di Cristo: fuoco e divisione. «Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto! Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No, io vi dico, ma divisione» (Lc 12,49-51).

continua

01/09/18

Nunzio Sulprizio, patrono dei giovani e dei lavoratori

Nell’entroterra abruzzese, tra il Gran Sasso e la Maiella, in un paesaggio incantevole lontano da centri inquinati, si trova Pescosansonesco.
In questo paesello rupestre una giovane ragazza, Rosa, timida, seria e virtuosa, contrariamente alla sua volontà è promessa sposa al giovane calzolaio Domenico Sulprizio. Dal loro matrimonio nasce Nunzio, il 13 aprile 1817.

continua