Video - Il mio nome è...

18/02/18

Sofferenza vissuta in relazione

“Le periferie del mondo”. È un’espressione cara a papa Francesco, allorché allude a quella povertà che spesso sconfina nella miseria, nei popoli impoveriti. Ma da noi, occidentali, la stessa espressione si può riferire al dolore, alla sofferenza di ogni tipo, fisica, morale e spirituale: la malattia, la mancanza di senso della vita, la perdita della fede. E tra tutte le disgrazie, la peggiore è proprio il non riuscire a credere o il raffreddarsi della nostra fede.

continua

04/02/18

I martiri della fraternità

Più approfondisco le diverse situazioni dei Paesi africani – alcuni dei quali visitati più volte nel corso di 46 anni – più mi rendo conto delle difficoltà di capire culture tanto differenti da quella occidentale. Accanto a tanta bontà verso Dio e verso il prossimo, spirito di sacrificio, capacità di vivere con dignità una sconvolgente povertà che quasi sempre sfocia nella miseria, troviamo inauditi gesti di barbarie, legati a odi tribali e a una memoria che il tempo e la religione non riescono a guarire.

continua

21/01/18

Una vita bella per la nuova generazione

«Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò…». Così leggiamo nel Vangelo di Marco (10,21), che parla dell’incontro tra Cristo e il giovane ricco. Giovane che non ha un nome appunto perché non è santo, anzi, è ricco e come tale non rientra nelle categorie delle Beatitudini. Vuole sapere che cosa debba fare per “possedere” la vita eterna. Gesù potrebbe rispondergli di non prenderlo in giro, di starsene alla larga perché è venuto al mondo per salvare l’umanità e non ha tempo per un bugiardo che vuole ipocritamente rubare anche la vita eterna. 


continua

07/01/18

Volo verso la Bellezza

Costante cammino verso una meta. Centomila uccelli si radunano per scegliere il loro re ed essere condotti verso la Bellezza assoluta. Si rivolgono all’upupa, che si dimostra disposta a guidarli verso la felicità vera. Non nasconde loro che dovranno passare attraverso molte prove e che il viaggio sarà snervante, irto di pericoli, non scevro da molte tentazioni.

continua