14/10/17

Una scala tra il cielo e la terra

La fede dei nostri padri negli angeli. Si parla tanto di aggiornamento all’inizio del Concilio Vaticano II: aggiornamento del linguaggio, della liturgia, delle immagini da trasmettere al popolo di Dio. In questo contesto un cardinale, pensando di mostrarsi moderno, chiede udienza a Giovanni XXIII per discutere sull’opportunità o meno di continuare a parlare degli angeli custodi.

continua

30/09/17

Anche Dio soffre?

«Io penso che il dolore, la malattia, la morte, non siano soltanto il dramma dell’uomo, ma anche il dramma di Dio. Nel senso che il limite di Dio è la libertà dell’uomo. Mi spiego. Dio ha un amore tale per l’uomo, per la sua creatura, che non può non lasciarla libera. Se accettiamo un Dio che vuole che l’ordine della creazione e della storia abbiano una loro valenza autonoma; se Dio vuole che gli uomini siano liberi: liberi di usare e di abusare, liberi di fare il bene o di fare il male, Dio, per primo, deve rispettare questa autonomia e questa libertà. Perciò se tu vuoi che per ogni caso Dio intervenga, tu annulli quello che si chiama il gioco delle cause seconde, gli spazi per la libertà umana».

continua

17/09/17

Rocamadour: la Madonna nera

Un luogo dell’Infinito. Alcuni angoli della terra esercitano un tale fascino da essere ritenuti sacri. Sacri in quanto belli e non necessariamente bisognosi di una particolare consacrazione da parte di uomini deputati al sacro. Luoghi dell’Infinito. Lì la gente si raduna per pregare, offrire sacrifici alla divinità, implorare grazie. Solitamente si tratta di montagne, di rocce scoscese, colline dalla forma strana, canyon…

continua

03/09/17

14 settembre: Esaltazione dell’Amore

La Pasqua orientale. Non la croce, ma l’amore viene esaltato nella festa del 14 settembre, che per gli orientali è celebrata con la stessa solennità della Pasqua: l’“Esaltazione della Croce”. In questa commemorazione non viene proposto come modello del vivere cristiano il dolore, bensì quell’amore che Cristo ci ha dimostrato nel donarci tutta la sua vita, fino al martirio, per renderci partecipi della sua dignità di figli di Dio. Egli diventa come noi e noi diventiamo come Lui. Realtà che i greci chiamano “teopoiesi”: diventare Dio.

continua

22/08/17

I nostri santi: “folli” per amore

Don Milani e don Mazzolari: due personaggi scomodi perché, animati da spirito profetico, anticipano le grandi intuizioni del Concilio Vaticano II: parlano di una Chiesa povera e a servizio dei poveri. Due preti che, innamorati del Vangelo, sono accomunati nell’essere “anti-sistema”. Fedeli al Cristo che vive nell’ultimo, nel povero, nel sofferente e che chiede ai battezzati di seguirlo fino all’effusione del proprio sangue. “Folli” per amore.

continua

06/08/17

15 agosto: la Pasqua dell’estate

Non contenne il grembo della terra chi portò nel grembo il Salvatore… E fu così che Gesù assunse accanto a sé nella gloria la sua, la nostra Madre. In Etiopia i cristiani si preparano con quindici giorni di digiuno alla festa dell’Assunzione, chiamata affettuosamente “la Pasqua dell’estate”.

continua

23/07/17

Alla scuola del silenzio

Ricordati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant’anni nel deserto, per umiliarti e metterti alla prova, per sapere quello che avevi nel cuore, se tu avresti osservato o no i suoi comandi. Egli dunque ti ha umiliato, ti ha fatto provare la fame, poi ti ha nutrito di manna, che tu non conoscevi e che i tuoi padri non avevano mai conosciuto, per farti capire che l’uomo non vive soltanto di pane, ma che l’uomo vive di quanto esce dalla bocca del Signore.

continua

09/07/17

Estate: un bagno nella bellezza che salva

Jacques Hamel e il suo elogio delle vacanze. Ricorre il primo anniversario dell’assassinio di padre Hamel, il prete francese che due giovani appartenenti all’Isis hanno ammazzato nella sua piccola chiesa, mentre celebrava l’eucaristia. Benché anziano, anziché godersi il meritato riposo, continuava ad esercitare il suo ministero sacerdotale fatto di preghiera, di carità verso tutti i parrocchiani e di dialogo con i musulmani.

continua

25/06/17

Per chi sta soffrendo

«Che cosa ti spinge a parlare e scrivere sulla sofferenza? Che cosa ti proponi? Che cosa ti ispira a trattare questi argomenti che l’odierna cultura esorcizza?

continua

10/06/17

Di fronte allo svuotarsi delle chiese

Simon’s Town cittadina nel distretto di Città del Capo (Sudafrica). Un anziano signore sudafricano, discendente da antenati europei, dopo avermi “studiato” per un mese nella parrocchia dove regolarmente celebro l’eucaristia e faccio conferenze, m’invita a cena, con lo scopo di dirmi tutto ciò che pensa della Chiesa cattolica. Ha notato la mia tristezza nel vedere che l’apartheid è ancora presente, che i giovani non partecipano alla liturgia domenicale e che la gente non si confessa.

continua