La relazione con se stessi: il silenzio.

Commenti

  1. silvia
    feb 5, 00:13 #

    Ti chiedo venia, don Valentino, e chiedo scusa anche ai giovani cui il tuo parlare è preferibilmente rivolto.
    Il silenzio è l’attesa, la sosta necessaria…per rientrare in se stessi e li ascoltare Lui.
    “venite un poco in disparte, a riposare…”(Mc 6,31)
    Sono vissuta tanti anni, e ancora non ho imparato a vivere.Farò in tempo?
    La voce di un vescovo martire:
    Viviamo molto al di fuori di noi stessi. Sono pochi gli uomini che veramente entrano in se stessi e per questo ci sono tanti problemi. Nel cuore di ciascun essere umano c’è come una piccola cella, intima, dove Dio scende a parlare da solo con l’uomo. Ed è lì dove la persona decide il proprio destino, il proprio ruolo nel mondo.
    Oscar Romero

  2. licia grazia corbo
    apr 3, 21:52 #

    penso che la nostra civiltà del rumore e dell’apparire sia mirata da chi ha il potere a far xdere il contatto con noi stessi….xkè se tutti ci fermassimo a kiedere dove stiamo correndo…non andremmo + in quella direzione..tendente ad accumulare fuori e a svuotare dentro

Cosa ne pensi?

Comment form