Alcune riflessioni sul Sinodo Africano

Commenti

  1. silvia
    nov 19, 16:31 #

    Difficile “pensare” e dire qualcosa su questo argomento.
    Tu don Valentino sei stato in Africa, ne hai una certa esperienza missionaria. Puoi fare commenti e esprimere speranze.Fondate non solo su cose sentite o pensate ma vissute.
    Io ho una sola esperienza in proposito: le cose scritte, comunicate, da un religioso Missionario a Nakuru in Kenya. Poichè è originario della zona in cui vivo, lo ho conosciuto nell’occasione di una sua venuta, l’anno scorso.
    Ho capito che la cultura locale è ovviamente il terreno in cui seminare la Parola.
    Ho capito che la miseria in cui vivono le persone cui quel Missionario si rivolge è per noi sconosciuta. Lui condivide la loro vita e ama i bambini e le bambine di strada di cui si occupa, cercando di promuovere essenzialmente la loro dignità, la salute, l’istruzione. La loro promozione umana è la strada per far loro incontrare Gesù, senza perdere la loro identità.
    Voler bene, a quei bimbi ed a quelle persone – è la cosa essenziale.La prima: accoglierli con amore, rispetto, stima.Nella loro realtà.
    Nell’esperienza dolorosa vissuta nella strada, con tutti i pericoli e il male subito.Bambini e bambine che conoscono e soffrono la droga di infimo livello, l’aids.E tutto ciò che vi sta in mezzo.

    Le conclusioni del Sinodo certamente contengono tutto questo e ben altro.

    Penso che io – noi- possiamo e dobbiamo amare, pregare.
    Accettare.Offrire.
    Vivere in prima persona il perdono.
    La riconciliazione.

    Amare tanto i Missionari e i fratelli vicini.E lontani.

Cosa ne pensi?

Comment form