19/06/16

Amoris Laetitia

Dopo i Sinodi sulla famiglia. Il giorno seguente alla pubblicazione dell’Esortazione apostolica di papa Francesco, quale sintesi dei due Sinodi celebrati sulla famiglia, sono chiamato a presentarne le novità in campo morale. Dovrei mostrare come il Papa applichi il Vangelo della misericordia alla vita della famiglia; in particolare, quali siano i cambiamenti più rilevanti rispetto alla morale tradizionale.

continua

12/06/16

Andrea Santoro: una porta sempre aperta

Come ogni vita, così ogni morte ci appartiene. Risulta perciò sempre doloroso parlare di un fratello che per amore di Cristo si è lasciato ammazzare, pur di non perdere la fede o per ridare dignità a chi ne è stato derubato. Ma indicibile è la tristezza se il martire è un amico con il quale si è fatto un lungo percorso assieme, fianco a fianco, per tutto il periodo di formazione al ministero sacerdotale.

continua

29/05/16

Pino Puglisi: sorriso che converte l’assassino

Sorride don Puglisi al suo assassino. Un sorriso velato da tanta tristezza nei confronti di chi gli sta sparando. Un sorriso che non s’improvvisa, ma viene da lontano. Viene dal papà, calzolaio, e dalla mamma, sarta, che gli danno la vita nel 1937 nel malfamato quartiere Brancaccio, alla periferia di Palermo. Un sorriso che è coltivato nella preghiera, nella ricerca della propria vocazione, nell’entrata al seminario diocesano – nel 1953 – dove Giuseppe si prepara all’ordinazione sacerdotale nel 1960.

continua

15/05/16

Dorothy Stang, la prima martire del creato

Dorothy ha il presentimento che qualche cosa di inconsueto oggi debba capitare. Prega. Poi dice agli amici che, se qualche cosa di brutto dovesse accadere, sia lei la vittima e non chi ha una famiglia. Intuisce l’incombere della sua “ora”, che per il credente è morte e resurrezione. Sa di essere nella lista della morte. Benché sconsigliata, si reca in soccorso di una famiglia povera, angariata dai latifondisti. Alcune ore di cammino, sotto la pioggia. Due uomini armati le sbarrano la strada. Le chiedono se abbia un’arma. Ella estrae la Bibbia dalla sua povera borsa di plastica: «Questa è la mia arma». La apre e legge le Beatitudini. Sei colpi di pistola. Poi la fuga dei due killer.

continua