Video - Il mio nome è...

14/07/18

Per riconoscere la chiamata all’amore

Tra il santo e il dotto, chi preferire? «Io ho sempre amato di aver confessori istruiti, perché dai semi-dotti, a cui in mancanza di altri dovetti ricorrere, ebbi sempre del danno». Così scrive Santa Teresa d’Ávila, Dottore della Chiesa. Alle sue suore – desiderose di riconoscere la chiamata all’amore e alla santità – suggeriva di cercarsi un accompagnatore spirituale che fosse intelligente. Tra il santo e il dotto, preferiva quest’ultimo.

continua

01/07/18

Il dono del discernimento: riconoscere, interpretare e scegliere

Sfida e richiesta d’aiuto. «Benché non riesca a credere in Dio, leggo gli articoli che scrivi sul tuo sito. Sembri convinto di quanto affermi e hai uno stile che invoglia alla lettura, ma credo che esageri un po’ a riferirti sempre al Signore. La vita non è bella anche senza di Lui? E se non esistesse, continueresti a fare ciò che vai facendo qui e tra i poveri che cerchi in tanti angoli della terra? Tu sei entusiasta quando parli e hai idee chiare, io invece non ho prospettive e non so dove sbattere la testa: chi mi può aiutare e sostenere nelle mie scelte? Se mi rispondi, ti prego di non tirare in ballo le “cinque vie” di San Tommaso, né di dirmi che devo pregare…».

continua

17/06/18

La domanda del senso della vita

Ciò che lo schiamazzo cerca di coprire. È una bellissima giornata di maggio. Mentre il treno passa veloce dai monti alla pianura, è facile e bello lodare Dio con il creato in festa, per una giornata sempre nuova che il Signore instancabilmente ci regala. A una stazione, un gruppo di adolescenti entra nella silenziosa carrozza. Il primo impatto è positivo: vengono ad aggiungere vita alla vita, penso. Invece sono chiassosi, volgari, vani e… insultano un anziano che non cede il posto ad un loro amico.

continua

03/06/18

Bisogno di famiglia

Paura della paura. Prima di affrontare un’assemblea studentesca di adolescenti, spesso chiedo all’insegnante di religione di preparare i futuri uditori ponendo loro queste “semplici” domande: «Chi sei? Che cosa cerchi? Che cosa ti rende felice e che cosa ti rattrista? Quali sono i tuoi sogni? E che cosa pensi della tua famiglia?».

continua