Video - Il mio nome è...

17/06/18

La domanda del senso della vita

Ciò che lo schiamazzo cerca di coprire. È una bellissima giornata di maggio. Mentre il treno passa veloce dai monti alla pianura, è facile e bello lodare Dio con il creato in festa, per una giornata sempre nuova che il Signore instancabilmente ci regala. A una stazione, un gruppo di adolescenti entra nella silenziosa carrozza. Il primo impatto è positivo: vengono ad aggiungere vita alla vita, penso. Invece sono chiassosi, volgari, vani e… insultano un anziano che non cede il posto ad un loro amico.

continua

03/06/18

Bisogno di famiglia

Paura della paura. Prima di affrontare un’assemblea studentesca di adolescenti, spesso chiedo all’insegnante di religione di preparare i futuri uditori ponendo loro queste “semplici” domande: «Chi sei? Che cosa cerchi? Che cosa ti rende felice e che cosa ti rattrista? Quali sono i tuoi sogni? E che cosa pensi della tua famiglia?».

continua

20/05/18

«Perché i padri si convertano ai figli»

Problema od opportunità? Molte persone, pur credenti e assetate di una liturgia ben celebrata, affermano di non partecipare più regolarmente alla messa domenicale. Sono scoraggiate dal fatto – triste e troppo generalizzato – di imbattersi in comunità che non accolgono con gioia chi vuole partecipare all’Eucaristia, e in omelie che non solo non aiutano a pregare, ma comunicano tristezza

continua

06/05/18

Sulle orme del discepolo amato

“Il discepolo che Gesù amava”. «Fissando lo sguardo su Gesù che passava, (Giovanni il Battista) disse: “Ecco l’agnello di Dio!”. E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: “Che cosa cercate?”. Gli risposero: “Rabbì – che, tradotto, significa Maestro –, dove dimori?”. Disse loro: “Venite e vedrete”. Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio» (Gv 1,36-39).

continua